Statuto

Art. 1 (DENOMINAZIONE – SEDE – DURATA)
È costituita un’Associazione denominata “Salentocaravan Associazione Camperisti” (abbreviazioni consentite “SAC“). La sede dell’Associazione è fissata ove è ubicato l’immobile adibito a sede sociale. Il recapito postale è quello della sede ufficiale. La durata dell’Associazione è illimitata e potrà essere sciolta, in qualsiasi momento, con delibera dell’Assemblea Straordinaria degli Associati.

Art. 2 (FINALITA’ E MEZZI)
L’Associazione promuove: lo sviluppo di una cultura del “Plein Air”, la tutela e la valorizzazione dell’ambiente, il turismo e la scoperta del territorio con particolare attenzione al Salento, i rapporti tra i soci con particolare riguardo ai principi di collaborazione e solidarietà. L’Associazione persegue tali scopi, innanzitutto, mediante le comunicazioni a mezzo rete, con la diffusione del proprio sito, con riunioni e proposte dei Soci, convegni, visite organizzate del Territorio, studio d’itinerari di viaggio e quant’altro necessario, anche al fine di un’autonoma organizzazione e programmazione di comuni progetti. L’Associazione non ha scopo di lucro e non potranno essere distribuiti, anche in modo indiretto, avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale.

Art. 3 (SOCIO ORDINARIO)
Possono far parte dell’Associazione tutte le persone interessate alle finalità statutarie, che collaborino alla realizzazione delle stesse e rispettino le norme sulle quali l’Associazione è fondata. L’adesione è subordinata alla presentazione di un apposito modulo di richiesta e, quindi, alla deliberazione d’ammissione da parte dei Soci Fondatori. Dopo l’elezione del primo Consiglio Direttivo tale competenza passerà allo stesso. Tutti i Soci godono, dal momento dell’ammissione, del diritto di partecipazione alle Assemblee sociali, nonché dell’elettorato attivo e passivo. Le domande devono essere conservate agli atti dell’ASSOCIAZIONE. Nessun compenso è dovuto o può essere richiesto per il tempo o qualsivoglia attività dedicata all’Associazione. La qualità di Socio ordinario comporta il versamento di una quota associativa.

Art. 4 (SOCIO ONORARIO)
Su proposta del Presidente, del Consiglio Direttivo o di 2/3 dei Soci, possono essere nominati, al massimo, due Soci Onorari. Il Socio Onorario dovrà avere maturato altissimi meriti nei confronti del “SAC” e possedere indubbie qualità atte alla realizzazione degli scopi che l’Associazione si propone di perseguire. Il Socio Onorario partecipa a tutte le manifestazioni del “SAC” ed è esentato dalla quota sociale, non ha diritto di voto, non può essere eletto.

Art. 5 (QUOTA ASSOCIATIVA)
La quota associativa può essere “una tantum” o “ordinaria mensile”.
La quota “una tantum”, sarà fissata direttamente, volta per volta, dal Consiglio Direttivo eletto dall’Assemblea dei Soci. La corresponsione della stessa sarà condizione per l’ammissione del richiedente nell’Associazione. L’entità della quota associativa ordinaria mensile, invece, è determinata, di anno in anno, dall’Assemblea dei Soci, a maggioranza relativa, su proposta dal Consiglio Direttivo, in occasione della prima Assemblea annuale utile. Il mancato pagamento della quota associativa mensile comporta, automaticamente, l’esclusione dall’Associazione.
Nessuna delle attività previste dal presente Statuto o da eventuali Regolamenti può essere esercitata da Soci non in regola con quanto sopra.

Art. 6 (DIMISSIONI – DECADENZA – ESCLUSIONE)
Le dimissioni da Socio del “SAC” vanno comunicate al Presidente per iscritto ed hanno effetto immediato. L’associato decade automaticamente dalla qualità di Socio ove non in regola con il pagamento delle quote associative come previsto dall’art. 5. L’esclusione del Socio avviene per grave violazione dello Statuto o dei Regolamenti, per comportamenti contrari alle finalità dell’Associazione. L’esclusione è deliberata a maggioranza dall’Assemblea dei Soci, su proposta del Presidente, del Consiglio Direttivo o di almeno 2/3 dei Soci stessi. La decadenza e l’esclusione sono comunicate, all’interessato, dal Presidente. Le dimissioni, la decadenza o esclusione del Presidente, comportano la convocazione del Consiglio Direttivo da parte del più anziano d’età fra i restanti componenti, entro due settimane, per la nuova elezione del subentrante. In caso di dimissione, decadenza o esclusione di un componente del C. D., il Presidente, provvederà alla sostituzione del subentrante nominando il primo dei non eletti. In caso di dimissione, decadenza o esclusione contemporanea di più della metà dei membri del C. D. questo decade globalmente. L’Assemblea dei Soci, in questo caso, è convocata, entro due settimane, dal Segretario uscente, per procedere alla conseguente nuova votazione.

Art. 7 (ORGANI STATUTARI)
Gli organi statutari del “SAC” sono: l’Assemblea dei Soci, il Consiglio Direttivo, il Presidente, il Tesoriere e il Segretario. Gli stessi restano in carica TRE ANNI. L’anno solare e l’anno sociale coincidono. Gli Organi Statutari vengono regolarmente eletti dall’Assemblea dei Soci ordinari. Tutti i Soci possono essere eletti, anche per più turni consecutivi.

Art. 8 (ASSEMBLEA DEI SOCI)
L’Assemblea dei Soci è l’organo collegiale che riunisce tutti i soggetti iscritti all’Associazione come previsto agli artt. 3 e 4. del presente Statuto. L’Assemblea dei Soci vota il Presidente ed i componenti il Consiglio Direttivo. Approva i progetti e i piani finanziari adatti alla realizzazione delle finalità sociali. L’Assemblea è convocata dal Presidente, nel primo mese d’ogni anno solare, per gli adempimenti previsti dal presente Statuto e, comunque, almeno una volta l’anno: in occasione della determinazione dell’entità della quota sociale; per l’approvazione del Bilancio Consuntivo. L’Assemblea deve essere altresì convocata, entro giorni 15, su richiesta scritta rivolta al Presidente da parte di almeno 1/3 dei soci, con l’indicazione degli argomenti da porre all’ordine del giorno.
L’Assemblea Ordinaria è validamente costituita con la presenza della maggioranza assoluta degli associati aventi diritto di voto e delibera validamente con voto favorevole della maggioranza dei presenti su tutti gli argomenti con esclusione di quelli demandati all’Assemblea Straordinaria. In occasione della presentazione del Bilancio Consuntivo, i Soci partecipanti all’Assemblea, hanno il diritto/dovere di controllo sulle spese dell’Associazione. Ogni socio ha diritto ad un voto.
L’Assemblea dei Soci è convocata in seduta Straordinaria relativamente: alle modifiche da apportare allo Statuto; allo scioglimento o cessazione del “SAC”. L’Assemblea Straordinaria è validamente costituita quando sono presenti almeno i due terzi degli associati aventi diritto di voto e delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Non è ammessa alcuna forma di delega.

Art. 9 (IL CONSIGLIO DIRETTIVO)
Il C. D. è eletto dall’Assemblea dei Soci. Si compone di cinque membri. Svolge attività organizzative ed esecutive mirate allo sviluppo dell’Associazione e alla realizzazione delle iniziative, atte a perseguire la realizzazione degli scopi sociali. Il C. D. è convocato e presieduto dal Presidente. Propone all’Assemblea eventuali modifiche allo Statuto; delibera sull’entità della quota sociale una tantum in occasione del suo insediamento; propone all’Assemblea l’ammontare della quota sociale ordinaria mensile; stabilisce gli impegni di spesa necessari per l’attuazione di tutte le attività sociali; può affidare ad uno o più Soci particolari incarichi o funzioni. Lo stesso dovrà considerarsi sciolto qualora, per dimissioni o per qualsiasi altra causa, venga a perdere la maggioranza dei suoi componenti.

Art. 10 (IL PRESIDENTE)
Il Presidente è eletto dall’Assemblea dei Soci, dura in carica tre anni.
Il P. è il legale rappresentante dell’Associazione di fronte a terzi ed in occasione di manifestazioni esterne. Convoca l’Assemblea dei Soci e la presiede; convoca il C. D. e lo presiede; dispone il passaggio delle consegne; propone all’Assemblea eventuali modifiche allo Statuto. Nel caso di votazioni, di qualsiasi natura, ove si pervenga ad un risultato di parità, il suo voto vale doppio. In caso di assenza del Presidente, lo stesso verrà sostituito dal membro più anziano d’età del Consiglio Direttivo; in caso di vacanza del P., per qualsivoglia motivo, il più anziano d’età fra i componenti il C. D. convocherà l’Assemblea ai sensi dell’art. 6 per l’elezione del sostituto.

Art. 11 (IL TESORIERE)
Il Tesoriere è nominato dal Presidente – nella prima riunione d’insediamento – fra tutti i componenti del C. D., il Tesoriere è responsabile della tenuta del fondo comune e di qualsiasi altro bene, mobile ed immobile dell’Associazione. Il T. provvede a riscuotere e a custodire i proventi del “SAC”; provvede ai pagamenti regolarmente deliberati, redige il Bilancio Consuntivo da presentare con apposita relazione all’Assemblea dei Soci, per l’approvazione, nel primo mese di ogni anno solare. L’incarico può essere rinnovato.

Art. 12 (IL SEGRETARIO)
Il Segretario è nominato dal Presidente – nella prima riunione d’insediamento – fra tutti i componenti del C. D., il Segretario è il responsabile della tenuta del registro delle deliberazioni dell’Assemblea dei Soci e del C. D. che provvede a redigere. È altresì responsabile, insieme al Presidente, del regolare svolgimento dei lavori degli Organi dell’Associazione. L’incarico può essere rinnovato.

Art.13 (COMUNICAZIONI E CONVOCAZIONI)
Le comunicazioni in generale e le convocazioni per le riunioni degli Organi Statutari, sono fatte dal Presidente o dal Segretario, a ciò delegato, nei modi ritenuti più opportuni, anche con l’ausilio di mezzi telefonici o informatici. Sarà cura del Socio, comunque, tenersi informato, soprattutto in caso di sua assenza, sull’attività dell’Associazione.

Art. 14 (MODIFICHE STATUTARIE E REGOLAMENTI)
Le modifiche allo Statuto potranno essere votate dagli associati nel corso dell’Assemblea Straordinaria appositamente convocata. Le modifiche allo Statuto sono proposte dal P. o dal C. D. Le proposte di modifica allo Statuto, avanzate dagli associati al P., devono essere formulate per iscritto ed essere sottoscritte ad almeno 1/3 dei Soci. Eventuali norme, diverse dal presente Statuto (Regolamenti interni) tendenti a regolare i comportamenti e la normale vita associativa, saranno votate dall’Assemblea Ordinaria dei Soci.

Art. 15 (SCIOGLIMENTO E CESSAZIONE)
La “Salentocaravan Associazione Camperisti” si scioglie automaticamente nel caso in cui si dimettano contemporaneamente più dei due terzi dei Soci. L’Associazione cessa, altresì, su delibera dell’Assemblea Straordinaria. In caso di scioglimento o cessazione dell’Associazione, il patrimonio della stessa sarà devoluto, dal Presidente in carica, ad associazioni analoghe o che perseguono finalità similari e che non abbiano, comunque, scopo di lucro e siano di pubblica utilità.

Art. 16 (NORME FINALI E TRANSITORIE)
Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto, valgono le disposizioni del diritto comune in tema d’associazione.
Il presente Statuto, composto da sedici articoli, approvato in data 05 settembre 2018 dai Soci Fondatori dell’Associazione “Salentocaravan Associazione Camperisti”, sarà presentato ed illustrato alla prossima Assemblea dei Soci.

Il presente Statuto fa parte integrante dell’Atto Costitutivo dell’Associazione.

  • Alba Cosimo
  • Giuri Giuseppe
  • Caputo Errica
  • Caputo Pierino
  • Stefanelli Franca

Lequile li, 05 Settembre 2018